Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Premi il tasto INFO per ulteriori informazioni.

Continuando ad usare il nostro sito, accetti il nostro impiego di questi cookie.

NewsLetter

Manca poco all’appuntamento annuale dell’Acmi Day, una giornata tutta dedicata a noi, ai Credit Manager e alla grande sfida di ritrovare in noi l'entusiasmo che ci faccia portatori sani nelle nostre aziende e nel nostro Paese, di ottimismo e fiducia.
L’iscrizione all’evento darà diritto all’accesso gratuito alla Fiera del Credito e a n. 5 crediti formativi ai fini della qualifica del ruolo del Credit Manager secondo la linea guida ACMI.
Evento gratuito per gli aderenti ACMI - per i non aderenti la quota di partecipazione è di € 125 comprensiva di iscrizione ACMI 2018

ACMI DAY…ALLA FIERA DEL CREDITO: LUPUS IN FABULA all’interno della Fiera del Credito presso la sede deIl Sole 24ore Milano, via Monte Rosa 91

Iscriviti subito ti aspettiamo il 13 GIUGNO 

Scarica la locandina

Euler Hermes, società del gruppo Allianz, ha pubblicato la sua analisi e previsione annualedei giorni medi di incasso (Days Sales Outstanding - DSO) in base ad un campione di 20settori merceologici e 36 paesi.Nel 2017, i DSO hanno raggiunto il livello massimo dal 2007 con 66 giorni. Questo trenddovrebbe proseguire anche nel 2018 con l’aumento di 1 giorno, portando la media globaledei DSO a 67 giorni. L’allungamento dei tempi di incasso nel 2017 è un fenomenotrasversale, in quanto è presente in due terzi dei settori e dei paesi analizzati.I settori più penalizzati sono l’elettronica, la meccanica e l’edilizia con oltre 85 giorni.Dall’altro lato, figurano i settori al dettaglio (agroalimentare, trasporti e tempo libero), le cuiimprese hanno periodi di pagamento molto più brevi della media globale.In Europa, l’Italia si è contraddistinta - assieme a Danimarca e Finlandia - per la più decisadiminuzione dei DSO, registrando a fine 2017 83 giorni, contro gli 85 del 2016 e gli 88 del2015.Massimo Reale, Direttore Commerciale Euler Hermes Italia commenta: “Il miglioramentoregistrato è la conferma della congiuntura economica positiva che l’Italia sta percorrendo,grazie al miglioramento dei mercati anche a livello europeo e alla stagione delle riformeinterne intrapresa negli ultimi mesi. Guardando al mercato domestico, da segnalare anche ilforte contributo derivante dal progressivo smaltimento degli Npl bancari, che ha permesso alsistema di erogare più liquidità, e dal miglioramento delle procedure di recupero crediti.Bene i settori dove i tempi di pagamento sono stati regolamentati per legge (retail, foodl) maanche alcune filiere al top della produzione industriale (auto). Il dato medio è tuttaviazavorrato dalle punte negative registrate ad esempio nei servizi finanziari e pubblici (inparticolare la Sanità) e in alcune aree (come il Meridione), che finiscono col porre l’Italiaappena davanti alla Grecia in Europa, e a pari merito con Turchia e Marocco nella classificacomplessiva. Le aspettative di Euler Hermes per l’Italia rimangono positive, nonostante ilrischio del deterioramento delle insolvenze a livello globale. Nell’immediato futuro, ciattendiamo un’ altra riduzione della forbice rispetto ad altri Paesi, in particolare associata auna liquidità di sistema ancora adeguata”.Un trend globale, con un netto aumento in Cina.L’aumento dei DSO nel 2017 è determinato da un trend globale che interessa la maggiorparte dei paesi: infatti, è stato osservato in due paesi su tre. Dalla media globale emergonotre gruppi principali:1. I sette paesi più forti riportano DSO medi fino a 51 giorni; i tempi medi di incasso a livelloglobale sono più bassi in Nuova Zelanda con 43 giorni, seguita dai Paesi Nordici(Danimarca e Finlandia), Austria e Svizzera, USA e Paesi Bassi.2. Nel gruppo successivo, composto da altri 7 paesi con DSO sotto alla media globale,figurano Germania (54 giorni), Canada (54), Brasile (62) e Regno Unito (53). Vale lapena notare che la Russia fa parte di questo gruppo, con DSO di 56 giorni (2 giorni inmeno) e un quarto delle imprese con tempi di riscossione inferiori ai 22 giorni.3. Infine, il gruppo di 12 paesi con DSO medi superiori alla media globale di 66 giorni, comeFrancia (74), Italia (83) e Cina, quest’ultima al livello massimo di 92 giorni.I giorni medi di incasso della Cina, in cui l’attesa superava già molto la media globale, sonosaliti di altri 3 giorni nel 2017, toccando 92 giorni all’inizio del 2018. In particolare, ilparametro è aumentato in 12 d settori su 18, a cui si aggiungono le imprese in cui i tempi diparametro è aumentato in 12 d settori su 18, a cui si aggiungono le imprese in cui i tempi diattesa superano 90 o addirittura 120 giorni. Il 25% delle imprese cinesi riporta livelli medi di136 giorni.Elettronica, fanalino di coda per i DSO.Secondo l’analisi di Euler Hermes, l’allungamento dei tempi medi di incasso ha interessatodue settori su tre. In particolare, i più colpiti sono l’aeronautica (+4 giorni nel 2017, +12 giornidal 2012), l’automotive, l’edilizia e l’elettronica questi ultimi entrambi con un aumento di 3giorni.Ancora una volta, i DSO sono molto più alti per le attività B2B che B2C. I settori piùpenalizzati sono quelli con lunghi processi di produzione, mentre hanno tempi più brevi isettori al dettaglio, come l’alimentare (46 giorni), i trasporti (49 giorni) e gli elettrodomestici(49 giorni).“La ripresa globale distrae l’attenzione dai DSO e di conseguenza i tempi di pagamentomostrano un notevole deterioramento. Prevediamo nel 2018 l’aumento di 1 giorno nellamedia globale dei DSO fino a 67 giorni, che infrange un record di dieci anni, un andamentoalimentato dalla fiducia nella ripresa economica e finanziaria”, commenta Ludovic Subran,capo economista di Euler Hermes.
Per ulteriori informazioni: www.eulerhermes.com

Cerved Next è l'evento dedicato ai pionieri della Data Driven Economy.
I pionieri sono quelli che arrivano prima degli altri. Quelli che intuiscono che sta per succedere qualcosa di unico, quelli che si fidano del loro intuito e corrono, perché non possono perdersi il futuro.
Di cosa parleremo a Cerved Next? Big data, machine learning, fintech, credit management, digital lending, blockchain, customer centricity, GDPR, digital marketing.
A chi ci rivolgiamo? Agli imprenditori e a tutti i manager delle aree amministrazione e finanza, marketing e sales, digital e innovation di imprese, istituzioni finanziarie e pubbliche amministrazioni: Cerved Next non è dedicato solo a qualcuno, ma a tutti coloro che hanno voglia di guardare avanti.

L’evento è gratuito previa registrazione.
REGISTRATI ORA e avrai accesso prioritario all’iscrizione ai workshop.

Il 13 e il 14 giugno si terrà a Milano, presso la sede de “Il Sole 24 ore” il primo salone italiano dedicato interamente al settore del credito

Fiera del Credito” è il primo evento in Italia che riunisce il 13 e il 14 giugno a Milano, nella prestigiosa sede de “Il Sole 24 Ore”, tutti i professionisti del comparto del credito. Organizzato e promosso da StopSecret Magazine, testata on-line d’informazione nel campo della gestione e recupero crediti, delle investigazioni private e della vigilanza/sicurezza, “Fiera del Credito” vedrà la partecipazione di tutte le figure dell’intera filiera del credito: i responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care, oltre agli intermediari finanziari, alle banche, alle aziende di factoring, alle sgr, ai veicoli di cartolarizzazione, ai credit manager, alle agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, ai contact center, alle facility management, ai confidi, ai servizi di postalizzazione, insieme ai rappresentanti delle istituzioni e degli organismi di controllo.

L’evento è aperto a tutti professionisti del comparto e non, e sarà un’occasione unica di discussione e confronto su un settore, oggi più che mai, in continua evoluzione e che dovrà affrontare sfide importanti in futuro. Saranno due giorni ricchi di interesse e fitti di appuntamenti con i maggiori esperti del comparto, oltre a una serie di focus e seminari di notevole valore tecnico, formativo e pratico.

A poche settimane dal lancio dell’iniziativa, Cosimo Cordaro, direttore editoriale di StopSecret Magazine ha espresso la volontà che l’evento fieristico diventi il principale punto di riferimento per il settore: “Fiera del Credito è il punto d’incontro privilegiato in Italia tra professionisti, manager, aziende, consumatori, imprenditori e istituzioni, tra domanda e offerta nel campo del credito e dei servizi collegati. Vi è rappresentata tutta la filiera del comparto. Un’occasione unica per ampliare la propria rete, capire come si sta evolvendo il mercato e confrontarsi con i top player del settore, ecco perché la prima edizione è stata intitolata, l’Era della Condivisione.

Il programma degli incontri e maggiori informazioni sono disponibili sul sito: www.fieradelcredito.it

Credit Management & Collection Awards 2018: le Eccellenze che competono per la vittoria finale

Cantare vittoria si può! Anche per chi è stonato! Essere arrivati tra i finalisti in una categoria così particolare e delicata è già un traguardo.
Per ogni settore, quattro finalisti, quattro nomi che, grazie alle loro capacità, al coraggio, alla visione, alla lucidità di un team o di una direzione, si distinguono dalla massa.
La deontologia, l’etica, il rispetto sembrano valori di altri tempi, eppure le aziende e le persone qui sotto nominate ci dimostrano il contrario.
Chi di loro si aggiudicherà il premio finale?

Award Credit Management
Credit Manager con particolare attenzione alla deontologia:Vincitore Roberto Daverio – Adecco S.A.; Francesco Galante – Vaillant Group Italia S.p.A.; Nadia Liviero – Molkerei Alois Müller GMBH  & CO KG; Alessandro Ottonello – Bureau Veritas Italia S.p.A

L'esperienza è la somma delle nostre azioni, buone e meno buone. Chi è arrivato fino a qui, sul podio dei quattro nominati per il premio finale, di esperienza ne ha fatta moltissima, ma soprattutto ha dimostrato di aver imparato da ogni errore, di essere stato in grado di superare gli ostacoli più difficili, di aver continuato la sua strada con coraggio. Il risultato? Una profonda soddisfazione personale. E se potesse essere qualcosa di più che personale? Se tutti potessero capire, vedere, sentire e imparare dall’esperienza dei più bravi?

Per questo e molto altro StopSecret organizza per il terzo anno consecutivo i Credit Management & Collection Awards: un’occasione per incontrarsi, conoscersi e riconoscersi. Dialogare e imparare. Divertirsi, stare insieme, concedersi una “pausa” di raffinata convivialità tra colleghi.
Ma sarà soprattutto il momento in cui le capacità, la volontà e l’attitudine a emergere, a guardare avanti, a scommettere sul futuro assicurandosi di avere in mano ottime carte saliranno in passerella, per cogliere un piccolo ma significativo frutto del proprio impegno. Siamo pronti a giurarlo: confrontarsi con chi spicca è di stimolo per tutti.

Award Credit Management
Carriera di Credit Manager: Francesco Adorni – Barilla G. e R. Fratelli S.p.A; Giuseppe Lunghi – consulente; Vincitore Adriano Mininni – Randstad Group Italia S.p.A.; Maria Silvestri – FHP di R. Freudenberg S.a.s

 PRESIDENTE ACMI ROBERTO GIANCARLO DAVERIO     

       

       CONSIGLIERE ACMI ADRIANO MININNI