Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Premi il tasto INFO per ulteriori informazioni.

Continuando ad usare il nostro sito, accetti il nostro impiego di questi cookie.

CashMe è l’innovativa piattaforma di factoring online 2.0 che consente alle aziende di ottenere liquidità cedendo le fatture emesse nei confronti dei propri clienti con un click;

CashMe vuole aiutare le imprese italiane a finanziare il capitale circolante con un processo autorizzativo semplice, veloce e flessibile. Grazie alla piattaforma le imprese possono monetizzare i crediti commerciali pendenti e non scaduti originati da fatture emesse, che vengono poi acquistate tramite un'asta competitiva da investitori istituzionali.
Gli imprenditori in questo ricevono liquidità immediata ad un interesse di mercato senza sostenere costi fissi o commissioni nascoste e trasferendo completamente il rischio di insolvenza.
La capacità di innovazione di questo modello consiste nello spostamento del profilo di rischio oggetto di valutazione: infatti per gli investitori rileva in particolar modo il rating del debitore della fattura, e non quello dell’azienda che la cede, consentendo in questo modo anche ad imprese non affidabili dal sistema bancario di liberare cassa per la crescita.

Ma quali sono le differenze tra il factoring tradizionale ed il nuovo modello di invoice trading?
Con l’invoice trading, le aziende vendono alcune delle proprie fatture e gli investitori le acquistano pagando subito un acconto, sempre pari al 90% del valore nominale del credito; quando la fattura viene saldata dal debitore, l’investitore ne incassa il controvalore totale e contestualmente versa il saldo all’azienda cedente, tipicamente compreso tra il 7% e il 9% del valore della fattura.
Nel factoring invece, un’azienda generalmente cede interi pacchetti di crediti commerciali, presenti e futuri, ad un operatore specializzato, il factor, che li acquista direttamente e che ne assume anche l’incarico di gestione amministrativa.
Mentre quindi con l’invoice trading le aziende possono decidere in base alle esigenze quotidiane quali tra le proprie fatture cedere e quali no, con il contratto di factoring esiste un impegno predeterminato. A livello di costi, il factor applica generalmente commissioni fisse e variabili legate alla gestione amministrativa svolta, oltre al tasso d’interesse finanziario. Con l’invoice trading invece il costo è estremamente chiaro e trasparente.
Infine, con l’invoice trading offerto da CashMe, la cessione del credito avviene sempre pro-soluto, ed ogni rischio di insolvenza del debitore è trasferito in capo all’investitore, liberando l’azienda.

Grazie ad un accordo con ACMI, riserviamo l’attivazione gratuita per le aziende dei Credit Manager Associati che vorranno attivare un account sulla nostra piattaforma.

Se CASHME è adatta alle esigenze delle vostre imprese siamo disponibili a valutare, senza costi, i clienti per i quali volete anticipare le fatture.  Inoltre possiamo valutare anche soluzioni di reverse factoring.

Vi forniremo un feedback entro 2 giorni.

Per maggiori informazioni siamo disponibili al numero: 030 8085393