Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Premi il tasto INFO per ulteriori informazioni.

Continuando ad usare il nostro sito, accetti il nostro impiego di questi cookie.

NewsLetter

Credit Management & Collection Awards 2018: le Eccellenze che competono per la vittoria finale

Cantare vittoria si può! Anche per chi è stonato! Essere arrivati tra i finalisti in una categoria così particolare e delicata è già un traguardo.
Per ogni settore, quattro finalisti, quattro nomi che, grazie alle loro capacità, al coraggio, alla visione, alla lucidità di un team o di una direzione, si distinguono dalla massa.
La deontologia, l’etica, il rispetto sembrano valori di altri tempi, eppure le aziende e le persone qui sotto nominate ci dimostrano il contrario.
Chi di loro si aggiudicherà il premio finale?

Award Credit Management
Credit Manager con particolare attenzione alla deontologia:Vincitore Roberto Daverio – Adecco S.A.; Francesco Galante – Vaillant Group Italia S.p.A.; Nadia Liviero – Molkerei Alois Müller GMBH  & CO KG; Alessandro Ottonello – Bureau Veritas Italia S.p.A

L'esperienza è la somma delle nostre azioni, buone e meno buone. Chi è arrivato fino a qui, sul podio dei quattro nominati per il premio finale, di esperienza ne ha fatta moltissima, ma soprattutto ha dimostrato di aver imparato da ogni errore, di essere stato in grado di superare gli ostacoli più difficili, di aver continuato la sua strada con coraggio. Il risultato? Una profonda soddisfazione personale. E se potesse essere qualcosa di più che personale? Se tutti potessero capire, vedere, sentire e imparare dall’esperienza dei più bravi?

Per questo e molto altro StopSecret organizza per il terzo anno consecutivo i Credit Management & Collection Awards: un’occasione per incontrarsi, conoscersi e riconoscersi. Dialogare e imparare. Divertirsi, stare insieme, concedersi una “pausa” di raffinata convivialità tra colleghi.
Ma sarà soprattutto il momento in cui le capacità, la volontà e l’attitudine a emergere, a guardare avanti, a scommettere sul futuro assicurandosi di avere in mano ottime carte saliranno in passerella, per cogliere un piccolo ma significativo frutto del proprio impegno. Siamo pronti a giurarlo: confrontarsi con chi spicca è di stimolo per tutti.

Award Credit Management
Carriera di Credit Manager: Francesco Adorni – Barilla G. e R. Fratelli S.p.A; Giuseppe Lunghi – consulente; Vincitore Adriano Mininni – Randstad Group Italia S.p.A.; Maria Silvestri – FHP di R. Freudenberg S.a.s

 PRESIDENTE ACMI ROBERTO GIANCARLO DAVERIO     

       

       CONSIGLIERE ACMI ADRIANO MININNI

 

L’Osservatorio Imprese e Consumatori rafforza il suo organico con tre nuove nomine

Roberto Daverio nominato Vice Presidente
Leonardo Iacovelli ha assunto la carica di Vice Presidente con delega alle Relazioni istituzionali e Internazionali
Marco Recchi ricoprirà la carica di Consigliere del Comitato Scientifico

L’Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC) ha dato il benvenuto a tre nuove figure all’interno del proprio organico.

Roberto Daverio, Presidente di ACMI, l’Associazione Credit Manager Italia recentemente entrata a far parte dell’Osservatorio, ha assunto la carica di Vice Presidente, andando così ad affiancare Gianluca di Ascenzo, Presidente Codacons e Vice Presidente di OIC dalla sua fondazione.
Daverio, Credit Manager & Collection Manager di Adecco S.p.A, in passato è stato Tesoriere in F.E.C.M.A, socio A.N.D.A.F e ha ricoperto il ruolo di Subject Matter Expert per la riorganizzazione dell’area Credit & Collection con focus e coordinamento verso Giappone, Svizzera, Spagna, UK, Paesi Bassi, Francia e Italia. Direttore della rivista “ACMI NEWS”, è docente e autore del libro “Il credit manager strategico”.

Leonardo Iacovelli ha assunto la carica di Vice Presidente con delega alle Relazioni istituzionali e Internazionali. 
Iacovelli è Fondatore e Managing Partner della Iacovelli and Partners sprl, con sede a Bruxelles e a Roma per le attività professionali di lobbying e public affairs. Consulente per enti, aziende, organizzazioni fieristiche italiane ed internazionali. Formatore in numerosi master e corsi della comunicazione d’impresa, delle relazioni esterne e relazioni istituzionali. 
In passato direttore della sede romana e direttore delle relazioni istituzionali di Smau.

Marco Recchi ricoprirà, invece, la carica di Consigliere del Comitato Scientifico.
Avvocato, vicepresidente di Konsumer italia, è stato Vice presidente di FENCA la Federazione Europea delle associazioni nazionali delle imprese di recupero e acquisto credito (rappresentante 200mila lavoratori del settore della tutela del credito in 24 paesi della EU). Autore del volume “Guida alla gestione dei crediti in outsourcing” edito dal Gruppo 24 Ore, scrive sui temi del recupero del credito e del diritto del lavoro sulla stampa economica nazionale e su quella di settore. Ha ricoperto incarichi in Confindustria come Segretario Generale dell’Associazione Nazionale Imprese di Tutela del Credito per 12 anni.

Fanno parte dell’Osservatorio Euro Service spa, ACMI e 10 Associazioni di Consumatori: A.E.C.I., Associazione Utenti Servizi Radio Televisivi, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Konsumer Italia, Lega Consumatori e U.Di.Con.

 

Nelle due giornate dei convegni, tavole rotonde e workshop dal taglio operativo, rivolti a tutte le categorie del mondo del credito. Incontri formativi con crediti per avvocati e credit manager.

Fiera del Credito 2018: salone, esibizione, occasione d’incontro e scambio con tutto ciò che riguarda il settore del credito, ma anche opportunità di formazione, aggiornamento, dialogo con le personalità le tendenze e le visioni più attuali. Un grande laboratorio specializzato, insomma, aperto agli operatori diretti e a coloro che si avvicinano quotidianamente alle grandi tematiche del credito,

È fitto il programma di incontri, seminari e workshop, nella sede milanese del Sole 24 Ore organizzati in collaborazione e con la partecipazione di esperti, aziende e professionisti del più alto prestigio considerando credit management, istituzioni italiane e sovranazionali, politica. Per apprendere dalle esperienze passate, immaginare quelle di domani, renderle concrete ed efficaci.

L’agenda completa e i dettagli, tra cui i nomi dei protagonisti può già essere consultata alla pagina eventi e convegni del sito della manifestazione, da cui è già possibile delineare una succosa anteprima degli appuntamenti, così da facilitare a vantaggio dei partecipanti la scelta dei momenti e degli incontri che meglio rispondano alle loro domande o possano fornire un contributo all’impulso del business.

Nella prima giornata, il 13 giugno, lo spazio dell’Auditorium è completamente dedicato ad ACMI – l’Associazione dei Credit Manager - e quindi alle tematiche del credit management con diversi workshop, dopo la cerimonia d’apertura generale della manifestazione in programma alle 9.30. Al centro delle relazioni e del dibattito l’attualità globale, in relazione al mondo del credito: dalle elezioni italiane a quelle americane, fino ai nuovi assetti in ambito europeo.

In contemporanea, all’interno di tre aule invece sono in programma sei focus organizzati anche da alcune associazioni di categoria partner dell’iniziativa.

La giornata del 14 è dedicata all’NPL Day che si svolgerà nell’Auditorium. Alle 9.30 i saluti istituzionali e l’apertura, mentre alle 10.00, parleremo di “NPLs Market in Italia ed in Europa”, a cura di Price Waterhouse Cooper, seguito mezz’ora dopo, in ottica complementare, dalla tavola rotonda “Valutare, vendere ed acquistare i crediti deteriorati”.

Sullo stesso argomento chiudono la mattinata “L’incidenza delle tempistiche e i costi giudiziari nei portafogli NPLs”, intervento organizzato da TLS PwC e Intrum Studio legale  e una seconda tavola rotonda, “Il futuro della gestione degli NPL e degli operatori del settore: scenari; trend; regole; riforme?””.

Anche durante questa giornata sono in programma, sei focus organizzati da parte di aziende e professionisti affermati del settore .

I workshop in programma per entrambe le date, sono concepiti e distribuiti per offrire un’equilibrata gamma di argomenti e focus specializzati a ciascuno dei profili interessati all’evento e all’universo del credito.

www.fieradelcredito.it

 

ESAME 8 MAGGIO - SEDE VERONA VIA LARGO PERLAR, 12 ULTIMO PIANO

Vi ricordiamo che il giorno 08 maggio 2018 si terrà in Via Largo Perlar, 12 Verona ultimo piano, dalle ore 09:30 alle 13:00 l' esame per la Certificazione e Qualifica dei servizi come previsto alla legge 4/2013.
L’esame ha un costo di 250 € + iva per i Soci ACMI e 600 € più iva per i non ASSOCIATI.E’ possibile prepararsi all'esame studiando i saggi sotto elencati cliccando sul link e dai testi acquistabili nelle librerie.
L’esame è articolato in un prova scritta e un colloquio orale.

SAGGI:
- LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE
- IL RECUPERO IVA E LA DEDUCIBILITÀ DEL CREDITO
- LA GESTIONE DEL PRECONTENZIOSO GIUDIZIALE
- GLI STRUMENTI PER IL RILANCIO DELL'IMPRESA IN CRISI

TESTI:
- BOGNI M, SOLBIATI M, Il controllo strategico dell’impresa, Il Sole 24 Ore,2007
- CARMIELLO C, DI LAZZARO F, FORI G, Indici di bilancio, strumenti per l’analisi della gestione aziendale, Giuffrè 2003
- CIRAVEGNA N, La creazione di valore, The European House Ambrosetti,
- CLUB SOLVI NET, Professione credit manager, Ipsoa Editore, 2006
- DALLOCCHIO M, Credit management economia e finanza delle politiche commerciali, Etas 1993
- PAGLIACCI M.G.R, La politica del credito commerciale nella gestione aziendale, Franco Angeli 2007
- SCHERR F.C, Modern working capital management, Prentice Hall, 2014
- SILVESTRI F, DAVERIO RG, Il credit manager strategico, IPSOA 2010

Il certificato viene rilasciato dall’Ente di certificazione internazionale Intertek, mentre ACMI rilascia l' attestato di qualifica dei servizi come previsto alla legge 4/2013
La certificazione delle professioni è un tema “nuovo” ma “nell’aria” da tempo, finalmente dopo tanto impegno ACMI è riuscita a fare un primo passo verso il cambiamento, i vantaggi per un professionista autonomo o inserito nell’impresa sono i seguenti:

Riconoscibilità della professionalità

Posizionamento economico

Ufficialità dei documenti

Distintività sul mercato nazionale ed internazionale

Punteggio nella partecipazione a bandi e concorsi

Liberatoria per l’azienda da culpa in vigilando / in eligendo

Ricordiamo ai nostri SOCI ACMI che per poter partecipare all’esame è necessario il raggiungimento di 30 crediti formativi. Il certificato ha validità di 24 mesi e i crediti non sono cumulabili.


Per iscriversi all'esame inviare una e- mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ieri 27/03/2018 si è avviato  il tavolo di lavoro presso UNI, presieduto da:

  • Dr. Roberto Giancarlo Daverio,
  • Dr. Stefano Ciotti,
  • Avv. Andrea Davide Arnaldi,
  • Dr. Franco Fontana,
  • Dr. Fabrizio Fujani,
  • Dr. Riccardo Mazzoni,
  • Dr. Roberto Mosca.

UNI: l'Ente di Normazione Nazionale, relativo allo sviluppo della prassi di riferimento per definire i requisiti di servizio del credit management e i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del credit manager e profili correlati. Il tavolo è stato promosso da ACMI Associazione Credit Manager Italia forte della sua decennale presenza sul mercato come Associazione di riferimento nel settore. ACMI rilascia già gli attestati di  qualità e di qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci come Associazione ma ha ritenuto di avviare i lavori sulla prassi sopraccitata per diffondere e divulgare con un documento prenormativo le metodiche, i processi e le competenze nel settore del credito. In assenza di norma l’unico documento valido in termini legislativi è, rispetto la legge 4, l’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi prestati dai propri soci. Esistono svariati schemi di certificazione proprietari sia accreditati sia non, ma in termini legislativi e solo in termini legislativi, non hanno validità. Come detto l’obiettivo è arrivare a una norma ma per fare questo è necessario coinvolgere il mercato e tutti gli stakeholder di riferimento e lo strumento migliore è la prassi di riferimento che ha la caratteristica di essere di libera distribuzione quindi gratuito sul sito UNI.

ACMI, forte della sua rappresentanza sul mercato che risale agli anni 70, basandosi su un suo documento sorgente regolarmente registrato alla SIAE sta già sperimentando delle certificazioni sia per supportare l’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi sia testare il documento sorgente e affinare la futura prassi di riferimento.

ACMI, sempre nell’ottica di sperimentazione, ha individuato un Ente di certificazione di terza parte, già accreditato ISO 17024 come partner nazionale e internazionale, Intertek Italia dato che ACMI fa parte di FECMA.

Distinti saluti
Il Presidente Acmi

Dr. Roberto Giancarlo Daverio